ho letto le condizioni della privacy e autorizzo al trattamento dei miei dati personali.


Scrivici!

Autonomia anziani in bagno

Secondo recenti sondaggi la durata media della vita è destinata a prolungarsi progressivamente e pertanto diventa necessario valutare la gestione di un sempre maggior numero di persone anziane, spesso affette da deficit motori.

L’ambiente domestico rappresenta il luogo dove gli over 65 trascorrono la maggior parte del loro tempo e per questo bisogna che esso sia strutturato in maniera tale da assicurare il massimo comfort e la migliore sicurezza.

Importanza dell’autonomia anziani in bagno

In tutta la casa, la stanza da bagno è l’ambiente che presenta i maggiori rischi per un anziano sia autosufficiente che costretto sulla sedia a rotelle.

Infatti l’abbondante produzione di vapore acqueo contribuisce a rendere scivoloso il pavimento, rendendo piuttosto difficile il mantenimento della stazione eretta per un anziano spesso incerto nella deambulazione.

D’altra parte è assolutamente necessario garantire all’individuo quell’autonomia che diventa indispensabile durante l’espletamento delle pratiche igieniche.

Il momento della doccia o del bagno in vasca rappresentano altrettante occasioni in cui l’anziano può veramente trovarsi in serie difficoltà.

Pertanto l’autonomia anziani in bagno è un’esigenza di grande rilevanza che deve essere valutata con competenza ed esperienza, servendosi di ausili mirati alle singole esigenze della persona con deficit motori.

Sono quasi dieci milioni gli anziani che attualmente vivono in abitazioni private e che non sempre godono di un’assistenza continuativa da parte di famigliari oppure personale sanitario.

Anche i PSA (Presidi Sanitari Assistenziali) devono fare fronte alle problematiche relative alla gestione delle pratiche igieniche degli anziani.

Bisogna quindi essere in grado di rispondere alle sempre maggiori domande di “residenzialità leggera” intesa come la possibilità di mantenere gli anziani nelle proprie abitazioni adeguatamente allestite.

Nella quotidianità gli over 65 sono particolarmente esposti al rischio di infortuni in ambiente domestico, che comunque possono essere in parte prevenuti adeguando correttamente le abitazioni alle loro necessità.

Per la stanza da bagno risulta di estrema rilevanza occuparsi sia di sanitari speciali che di accessori, i quali, pur garantendo specifiche prestazioni, devono comunque integrarsi al meglio nel contesto abitativo. offrendo all’anziano un valido supporto per la sua autonomia.

Come ottenere l’autonomia anziani in bagno

Gli accorgimenti a misura d’anziano sono riferibili a varie parti della stanza da bagno, a cominciare dalla pavimentazione sia esterna che interna al vano doccia.

L’autonomia anziani in bagno deve focalizzarsi sull’obiettivo di evitare scivolamenti su una superficie quasi sempre umida a causa dell’elevata concentrazione di vapore acqueo e quindi estremamente sdrucciolevole.

Il piatto doccia deve venire progettato a filo con il pavimento per evitare qualsiasi dislivello o gradino; inoltre il suo fondo deve essere antiscivolo.

Il box dovrebbe essere dotato di pareti scorrevoli di facile scorrimento e realizzate con materiali leggeri, come il plexiglas, preferibile al vetro che comporta maggiori rischi.

Bisogna posizionare la rubinetteria interna a livello di seduta dato che molto spesso l’anziano si fa la doccia stando su uno sgabello.

Per chi preferisce lavarsi dentro la vasca è necessario che essa sia dotata di un sollevatore per vasca, consistente in uno specifico supporto che aiuta la persona ad alzarsi anche quando sussistono problemi di movimento.

Wc e bidet devono avere altezze maggiori rispetto a quelli tradizionali per permettere all’anziano di trasferirsi agevolmente dalla carrozzella ai sanitari.

E’ indispensabile montare due maniglioni ai lati del lavabo affinché non manchino i punti d’appoggio per chi si lava anche stando seduto.

Corrimani e maniglioni di sicurezza devono poi essere dislocati in tutta la stanza da bagno per garantire la massima sicurezza durante il movimento anche per chi si serve di deambulatore.

La rubinetteria più indicata è costituita da miscelatori, molto più maneggevoli e facilmente utilizzabili rispetto ai singoli rubinetti.
In commercio sono disponibili modelli temporizzati in grado di interrompere il flusso idrico dopo un certo tempo se usati da persone con ridotta manualità.

Specifiche fotocellule controllano il funzionamento di questi dispositivi per rimediare a dimenticanze di chiusura ed evitare allagamenti.

Accorgimenti logistici per l’autonomia anziani in bagno

E’ importante che nella stanza siano presenti punti d’appoggio, come sgabelli forniti di gommini antiscivolo, che offrono all’anziano la possibilità di sedersi durante lo svolgimento delle operazioni d’igiene personale.

Tutti gli accessori inutili vanno eliminati poiché è necessario lasciare i ripiani il più possibile vuoti e disponibili.

I portasciugamani devono essere ancorati al muro e non appoggiati a terra tramite colonne che potrebbero costituire intralcio agli spostamenti.

In questi casi lo spazio è un fattore di massima importanza e quindi è indispensabile che la stanza da bagno abbia dimensioni tali da consentire un movimento agevole tra i sanitari anche per chi sta sulla sedia a rotelle.

 

Nessun commento

Pubblica un commento

× How can I help you?